2 Luglio – Proclamazione Eletti e Dibattito su “Riduzione Rischio Sanitario al rione Tamburi CHIAREZZA E CONOSCENZA”

20150702dante

Prima la proclamazione a Bari, alla Corte di appello, a consigliere regionale; poi di corsa al quartiere Tamburi. C'è da parlare di ambiente, degli interventi di bonifica che interessano il quartiere che vive gomito a gomito con la grande fabbrica. L'occasione è il dibattito organizzato dal gruppo consiliare al Comune di Taranto, Noi democratici per le città che vogliamo, e dal giornalista e sociologo Emanuele Spataro sul tema "Dall'eliminazione del rischio sanitario… alle opere di risanamento". Dibattito al quale sono intervenuti lo stesso Gianni Liviano, il consigliere comunale e provinciale, Dante Capriulo, il consigliere comunale Francesco Venere, Pietro Migliorato, cittadino e organizzatore di eventi al quartiere Tamburi. Grandi assenti i tecnici comunali e i presidi degli istituti scolastici del quartiere.

"Con la proclamazione a consigliere regionale – attacca Liviano – finalmente possiamo entrare nella fase operativa. Possiamo dedicarci con atti concreti a tentare di dare risposte alle emergenze della città di Taranto, che sono tantissime e così critiche da rendere difficile stilare una classifica delle priorità, ma anche ai problemi con i quali convivono numerosi centri della provincia ionica".

20150702tamburiEmergenze la maggior parte delle quali riguardano tematiche ambientali. "A Taranto dobbiamo fare i conti con i guasti causati dall'Ilva; a Grottaglie e San Marzano c'è il problema dell'ampliamento della discarica; a Massafra i gruppi ambientalisti stanno combattendo una difficile battaglia per scongiurare il raddoppio dell'inceneritore; stessa situazione ad Avetrana, Manduria, San Pietro in Bevagna con il progetto dello scarico a mare. Insomma – aggiunge Liviano – di lavoro da fare ce n'è ed è tanto e, sicuramente, con il grosso contributo del presidente Emiliano, ci adopereremo per cercare di dare risposte il più esauriente possibile".

E poi il patto con i cittadini del rione: "Cerchiamo di essere vigili sulle bonifiche, continuiamo il percorso avviato questa sera per rispondere alle aspettative della gente. Vediamoci a settembre per tornare a fare il punto sulla situazione, con nuovi dati scientifici. La vita di ogni singola persona vale più di tutto. Costruiamo tavoli di sviluppo ma facciamolo insieme".

E sull'esclusione dal consiglio regionale di Borraccino (dal riconteggio delle schede ha dovuto cedere il seggio al foggiano e compagno di partito Giuseppe Lonigro) Liviano non ha dubbi: "Solidarietà a Mino Borraccino. Dispiace per l'uomo e dispiace per il politico. Ma,  soprattutto, dispiace che la pattuglia dei consiglieri regionali tarantini abbia perso un'unità.  Ma questo non deve scoraggiarci nel nostro lavoro in favore del nostro territorio".

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.