17 Aprile – aggiornamento problematica fogna Talsano-Lama-San Vito

fogna
 

“Entro il 31 dicembre del 2018 potrebbero essere ultimati gli interventi per la realizzazione dell'impianto fognante nei quartieri di Talsano, Lama e San Vito” mentre le procedure per le gare “dovrebbero essere  ultimate entro il 31 ottobre di quest’anno”.

A darne notizia è il consigliere regionale Gianni Liviano, che da tempo si sta occupando della questione della quale è stato investito anche l’assessore regionale GIovanni Giannini, dopo uno scambio epistolare con il vicepresidente di Acquedotto pugliese, Lorenzo De Santis.
Tempi degli espropri e cronoprogramma degli interventi, queste le richieste avanzate dal consigliere regionale ad Aqp. Sugli espropri, fa presente Liviano, il responsabile Area ingegneria di Aqp, Enrico Tarquinio, “ha spiegato che, in occasione d’incontro tenutosi presso l’Amministrazione di Taranto lo scorso 6 aprile, si è convenuto per la redazione di appositi piani particellari di esproprio propedeutici all’acquisizione, delle aree interessate dai lavori al patrimonio comunale. A questo farà seguito l’approvazione dei progetti da avviare all’appalto da parte del Comune di Taranto e dell’Autorità Idrica Pugliese, per esigenze di pubblica utilità e conformità urbanistica”.
I tempi di redazione dei piani particellari “sono stati stimati – spiega Liviano – in complessivi trenta giorni a partire dall’avvenuta pubblicazione di revoca dell’incarico che la giunta comunale aveva precedentemente affidato a Infrataras. Affidamento la cui pubblicazione era stata formalizzata  nell’Albo pretorio del Comune di Taranto lo scorso 13 aprile. Ecco perché Aqp ritiene che le approvazioni ed il completamento delle procedure utili all’avvio della fase di gara, possano concludersi entro il prossimo 31 ottobre”.
Per quanto riguarda il cronoprogramma previsto sia per la realizzazione dell'esproprio che per la realizzazione dei lavori, “Aqp – spiega Liviano – prevede il completamento delle fasi progettuali approvative entro il 31 ottobre 2016; la fase di gara della durata di circa 180 giorni ed ultimazione con aggiudicazione approssimativamente entro il 31 luglio del 2017; la realizzazione delle opere in complessivi circa giorni 380 lavorativi, ovvero, comprendendo anche i tempi di collaudo tecnico amministrativo, entro la presumibile data del 31 dicembre 2018”.
Notizie meno positive, invece, per la realizzazione dell'impianto fognante nella zona  tra la Baia del Pescatore e la Marina di Lizzano. “Qui – fa sapere ancora Liviano – non c’è in corso alcuna attività progettuale e costruttiva per quanto riguarda l’impianto di sollevamento. E, se la marina di Pulsano è allacciata e regolarmente funzionante – conclude Liviano – lo stesso non può dirsi per le marine di Taranto e Lizzano che necessiterebbero, in futuro, del sollevamento tra Baia del Pescatore e la Marina di Lizzano. Qui, infatti, le opere da effettuare non sono state ancora oggetto di realizzazione”.

qui  resoconto dell'incontro dell'8 Marzo in Assessorato Regionale propedeutico al cronoprogramma attivato da AQP
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.