Liviano “UNIVERSITÀ AL TAVOLO CIS”

image

Università al tavolo Cis, Liviano: “C’è la disponibilità del coordinatore Marchesi”
…….
Giampiero Marchesi, coordinatore del tavolo per il Contratto interistituzionale per lo sviluppo, “ha preso in considerazione la richiesta da me avanzata di prevedere la presenza anche dell’Università al tavolo Cis”.
A darne notizia è il consigliere regionale Gianni Liviano il quale, venerdì scorso, ha inoltrato un’apposita richiesta al dott. Marchesi spiegando come la presenza dell’Università al tavolo interistituzionale per Taranto andasse garantita  “allo scopo di creare le basi di futuri processi di diversificazione e valorizzare processi che intensifichino la costruzione di un’identità condivisa in una città che appare sempre meno comunità”.
Appello al quale, appunto, il dott. Marchesi ha risposto a stretto giro di posta assicurando il suo interessamento affinchè la richiesta fosse presa in considerazione “da chi può decidere in merito”. Del resto, sottolinea il consigliere regionale Liviano, che ha provveduto ad informare della cosa sia il magnifico rettore dell’Università di Bari, Antonio Felice Uricchio, che il rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, la stessa università mesi addietro “ha inoltrato una richiesta formale al presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, e al sottosegretario di Stato presso la presidenza del Consiglio dei ministri, Claudio De Vincenti, con la quale il magnifico rettore faceva notare come l’Università di Bari, che vanta un polo universitario nella città di Taranto, non fosse presente tra i componenti così come previsto dall’articolo 2 del Dpcm dell’11 giugno 2015”.
Inclusione al tavolo Cis che, secondo il magnifico rettore Uricchio, va prevista non fosse altro perchè l’Università di Bari “da oltre un ventennio ha operato ininterrottamente e con efficacia non solo erogando un’offerta formativa all’altezza dei tempi e delle necessità ma stabilendo tutte le opportune sinergie con le istituzioni operanti nel territorio jonico e le forze sociali, culturali ed economiche che su esso insistono”.
Una sinergia, questa, che si è concretizzata anche attraverso la sottoscrizione di una serie di accordi di programma con il coinvolgimento del Comune e della Provincia di Taranto.
“Richieste che ritengo condivisibili – sottolinea Gianni Liviano – soprattutto alla luce del fatto che, spesso, l’attività di ricerca svola dai docenti ha avuto la finalità di essere funzionale allo sviluppo complessivo e integrale dell’area ionica. Risultati scientifici che ritengo opportuno vengano messi a disposizione del tavolo interistituzionale e che assumono i connotati di solido patrimonio di idee e di esperienze da utilizzare sia in fase progettuale che in fase operativa”. Per questo “non posso non accogliere con soddisfazione – conclude Liviano – la disponibilità del dott. Marchesi a prendere in considerazione la richiesta di inclusione dell’Università al tavolo permanente per Taranto e di estenderla per la decisione finale al sottosegretario De Vincenti e al premier Renzi”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.