29 Luglio – Liviano stamane al MarTa e in serata in Piazza Immacolata

marta

“Se questa mattina sono qui è perché è il giorno dell’inaugurazione del secondo piano del MarTa, cerimonia alla quale sono stato invitato dalla direttrice del museo, Eva Degl'Innocenti. Non certamente per ascoltare i comizi di Matteo Renzi”.
Gianni Liviano, consigliere regionale e comunale di Taranto, non le manda a dire. Anzi, aggiunge a margine della cerimonia di inaugurazione di questa mattina, “questa sera sarò in piazza Maria Immacolata per partecipare alla manifestazione di protesta contro il decimo decreto legge sull’Ilva da poco convertito in legge”. “Con l’inaugurazione del secondo piano del MarTa – spiega Liviano – stiamo assistendo ad un momento importante per una città che vuol provare a risollevarsi facendo leva sulla cultura e che con la cultura e il turismo vuol provare a restituire ossigeno ad un settore, come quello del commercio, in crisi asfittica già da tempo. Ed è su questa strada che sto provando a muovermi con la legge regionale sugli ipogei, della quale sono il primo firmatario, e con il progetto di una rete ipogeica sulla falsa riga di Napoli sotterranea nonché con l’idea di creare il parco della via Appia. Per questo credo, anche, fondamentale il mantenimento a Taranto della sede della soprintendenza archeologica. Solo così, credo, potremo dare una spallata decisiva alla monocultura industriale che ha chiaramente fallito i suoi obiettivi”. 
È proprio contro il decimo decreto legge sull’Ilva Gianni Liviano manifesterà questa sera in piazza Maria Immacolata “per dire no ad un provvedimento che è un mostro giuridico che non fa altro che concedere ulteriori proroghe alla messa a norma degli impianti, consente ai nuovi proprietari di apportare modifiche sostanziali al piano ambientale, introduce il criterio dell’immunità penale per i nuovi acquirenti. La città e i tarantini non possono continuare a subire decisioni calate dall’alto e senza il suo coinvolgimento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*