27 Settembre – Acceleratore lineare – Gianni Liviano insieme ad altri 4 consiglieri regionali invia richiesta a Gorglni

radioterapia2

 

I fondi per l'acquisto di un nuovo acceleratore lineare da destinare al reparto di Radioterapia oncologica dell’ospedale Moscati di Taranto ci sono e sono nella disponibilità dell'Asl di Taranto.

A sostenerlo sono i consiglieri regionali Cosimo Borraccino, Gianni Liviano, Michele Mazzarano, Donato Pentassuglia e Giuseppe Turco i quali, presa carta e penna hanno scritto al direttore generale della Asl di Taranto, Stefano Rossi.

Secondo i cinque consiglieri regionali tarantini, per procedere con tempestività all'acquisto del nuovo acceleratore lineare l'Asl può attingere ai fondi rinvenuto dalla linea 3.1 dell'Asse 3 del P.O.  Fesr 2007/2013 rimodulati in Pac che già sono in possesso dell'azienda sanitaria tarantina. Così facendo si possono accelerare i tempi per l'acquisto del nuovo macchinario e porre fine, così, ai numerosissimi disagi cui sono sottoposte le migliaia di pazienti oncologici che si sottopongono  a trattamenti Radioterapia.

Di seguito il testo della lettera indirizzata al direttore generale della Asl di Taranto.

 

 

Al direttore generale

della Asl di Taranto

avv. Stefano Rossi

 

e p.c.

Presidente Regione Puglia

dott. Michele Emiliano

 

e p.c.

Organi di informazione

 

OGGETTO: Acquisto acceleratore lineare a Taranto

 

Con la presente i sottoscritti consiglieri regionali Cosimo Borraccino, Gianni Liviano, Michele Mazzarano, Donato Pentassuglia e Giuseppe Turco

 

CHIEDONO ALLA S. V.

 

di poter utilizzare i fondi provenienti dalla linea 3.1 dell’Asse 3 del P.O. Fesr 2007/2013 rimodulati in Pac, attualmente in Vostro possesso, per l’acquisto di un nuovo acceleratore lineare da destinare al reparto di Radioterapia oncologica dell’ospedale “Moscati” di Taranto.

 

In fede

Cosimo Borraccino

Gianni Liviano

Michele Mazzarano

Donato Pentassuglia

Giuseppe Turco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.