Incontro con il sottosegretario alla Pubblica istruzione,Angela D’Onghia


Liviano incontra il sottosegretario D’Onghia per parlare degli asset strategici della
legge regionale speciale per Taranto

……….

Il potenziamento sul territorio dell’offerta formativa dell’Università degli studi di Bari e del Politecnico di Bari; realizzazione della blue economy; dotazione di funzioni pubbliche avanzate, pianificazioni di settore, fiscalità regionale di vantaggio; sostegno e accelerazione dei processi di trasformazione del tessuto economico-produttivo di Taranto; ricostituzione dei valori ambientali, sostenibilità e salute; ricostituzione dei valori ambientali,  sostenibilità e salute sono gli argomenti al centro dell’incontro del tavolo tecnico, convocato per venerdì 26 maggio, alle ore 16.30 nella sala riunioni della Prefettura di Taranto, al quale parteciperà il sottosegretario a

lla Pubblica istruzione, sen. Angela D’Onghia.

L’incontro, organizzato dal consigliere regionale Gianni Liviano, rientra nel percorso intrapreso per la realizzazione della legge regionale speciale per Taranto di cui lo stesso Liviano è coordinatore giusta delibera di giunta regionale del 4 agosto 2016.

Quello dell’offerta formativa è uno degli asset strategici ritenuti fondamentali nella legge speciale per Taranto.

“Il successo nell’implementazione di nuove strategie di sviluppo urbano e territoriale, nelle città internazionali che sono uscite dalle crisi di grandi insediamenti industriali, – spiega Gianni Liviano –  è stato conseguenza dell’esistenza di una profonda stratificazione culturale di risorse identitarie, accoppiata a volontà e competenze istituzionali e tecniche capaci di metterle in valore e ad una popolazione che avverte la necessità di interagire e di partecipare al progetto di trasformazione. Lo schema di disegno di legge regionale Indirizzi per lo sviluppo e la coesione economica e sociale del territorio di Taranto, impegna la Regione Puglia a sostenere l’accelerazione di processi di riposizionamento economico e produttivo, sociale e culturale della città di Taranto che, in assenza dell’emersione degli elementi portanti che hanno costituito il prodromo del successo di tante città internazionali nel cambiamento, è un obiettivo ineludibile per l’equilibrio dello sviluppo dell’intera regione”.

Le finalità generali sono quelle di promuovere e sostenere, con un approccio di governance multilivello, il necessario cambiamento delle direttrici di sviluppo della Città e del territorio circostante, “restituendo alla comunità, cittadini e operatori economici, – conclude Liviano – la dimensione del futuro, della salute, della sostenibilità ambientale, del valore culturale, dell’innovazione e dello sviluppo delle risorse e dei fattori competitivi locali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo non sarà pubblicato Campi obbligatori *

*

*